La difesa fitosanitaria delle palme è un argomento di tale importanza per il quale il Ministero delle politiche Agricole Alimentari e Forestali ha emesso il D.M. del 07/02/11 “Lotta obbligatoria al Punteruolo Rosso”.

Il Rhynchophorus ferrugineus, detto Punteruolo rosso della palma, è un coleottero curculionide originario dell’Asia meridionale, che negli ultimi 15 anni si è diffuso anche in Medio Oriente e nei paesi mediterranei.

Attualmente è presente anche in Italia e si è manifestato recentemente anche nelle zone della Versilia e del litorale toscano in generale.

Questo insetto attacca diverse specie di palme; gli esemplari colpiti, inizialmente presentano danni a carico delle foglie apicali, in seguito la cima si affloscia e inizia a deteriorarsi. A questo punto la pianta sembra quasi capitozzata, con il progredire dell’infezione l’intera chioma si presenta con tutte le foglie rivolte verso il basso, destinate in seguito a cadere.

Il ciclo vitale del Punteruolo rosso dura circa 4 mesi e si svolge completamente all’interno della pianta, dove la femmina depone alcune centinaia di uova alla base delle foglie più giovani, o nelle ferite delle foglie, o nelle cavità dello stipite. Dopo circa 5 giorni le uova si trasformano in larve, che si nutrono dei tessuti fibrosi più teneri della palma, scavando verso l’interno profonde gallerie. Numerose gallerie possono minare anche la stabilità della pianta causandone la caduta. La fase della larva può durare da uno a tre mesi , dopodiché le larve si impupano fuori dal tronco in un bozzolo, dal quale dopo circa venti giorni fuoriescono gli adulti.

Per la salvaguardia delle palme importante è la prevenzione, poiché come descritto sopra, dopo che l’insetto ha danneggiato la pianta, il recupero risulta alquanto difficile.

Un indizio è quello di controllare se l’apice vegetativo è sofferente, in quanto essendo più tenero, è il primo ad essere attaccato.

La nostra ditta si occupa di monitoraggio, prevenzione, risanamento e cura delle palme affette da Punteruolo rosso e siamo a disposizione per valutare lo stato fitosanitario delle vostre palme e programmare gli interventi di protezione indispensabili per la loro salvaguardia, seguendo le disposizioni riportate nel piano d’Azione Regionale per il controllo del Punteruolo rosso.

Le tecniche utilizzate per la difesa prevedono l’uso di i sistemi endoterapici innovativi  utilizzando agrofarmaci autorizzati allo scopo e/o prodotti a base di microorganismi e seguendo i protocolli stabiliti dalla Regione Toscana,ove presenti.

 

Share